Odontoiatria estetica

Tutti vorremmo avere un sorriso perfetto, ma anche se la natura spesso non è generosa e fino a poco tempo fa non si poteva fare molto per migliorare l'aspetto dei denti, oggi l'odontoiatria estetica e le tecniche di restauro hanno fatto passi da gigante, grazie ai quali chiunque può avere il sorriso che ha sempre sognato.

Faccette in ceramica

Molte persone desiderano un sorriso più luminoso, pulito e attraente, ma si ritrovano con i denti anteriori – i cosiddetti denti del sorriso macchiati, ingialliti, storti, spaziati.

Oggi bastano pochi appuntamenti dal dentista per risolvere tutti questi problemi con una soluzione esteticamente e tecnicamente perfetta, le cosiddette faccette di porcellana.

Le faccette sono sottilissime lamine di porcellana che vengono incollate ai denti per migliorarne l'aspetto in modo davvero radicale.

A differenza di ponti e corone, la porzione di dente sacrificata all'applicazione delle faccette è davvero minima (in media 0,5 mm di spessore del dente), e il risultato finale non solo è esteticamente perfetto, ma anche solido e durevole nel tempo.

Con le faccette si possono ottenere questi risultati:

  • sbiancamento dei denti
  • chiusura degli spazi interdentali (diastema)
  • allungamento dei denti
  • modificazione e miglioramento della forma dei denti
  • riallineamento dei denti

che uniranno a un aspetto assolutamente naturale un ancoraggio tenace, resistente e duraturo ai denti originali del paziente.

In numerose situazioni le faccette rappresentano una valida alternativa alle corone e garantiscono risultati migliori delle cosiddette otturazioni bianche (in materiale composito): non solo richiedono un approccio molto meno invasivo per modificare il colore, la forma o la dimensione di un dente, ma al pari delle delle corone possono mascherare una serie di difetti indesiderabili quali le macchie dovute all'uso di tetraciclina, fumo, bevande, gli inestetismi dovuti a traumi, carie, trattamenti canalari, otturazioni che nel tempo sono diventate scure e antiestetiche, spazi interdentali troppo ampi, denti fratturati, usurati, troppo corti o di forma inadatta (conoidi), leggermente storti o sovrapposti.

Le faccette hanno visto la luce negli anni '80, ma solo in tempi recenti i sostanziali miglioramenti nei materiali e negli adesivi ne hanno fatto una tecnica sicura e sempre più diffusa.

Le faccette durano in media più di 20 anni, è possibile sostituirle, sono resistentissime, non si macchiano neppure se il paziente è un forte fumatore e non richiedono una manutenzione particolare: l'uso quotidiano di spazzolino e dentifricio, filo interdentale, scovolino e sciacqui – ossia la normale routine di igiene orale – sono sufficienti a garantirne la durata.

Sbiancamento dei denti

Le tecniche di sbiancamento dei denti si consigliano quando la normale pulizia dei denti non è più sufficiente a garantire la loro colorazione naturale, sia a causa di ragioni interne come l'età, il tipo di dente, che esterne come fumo, alcol, caffè...

Le tecniche di sbiancamento sono oggi molto avanzate, e consentono ormai di ottenere una colorazione dei denti più chiara ma comunque molto naturale e senza provocare effetti indesiderabili. Infatti la tinta dei denti è legata alla pigmentazione della pelle e al colore di labbra e gengive e quindi anche schiarito il sorriso deve essere sempre in armonia con il resto del viso.

Quindi poiché conta molto nella prima impressione fornita da una persona, il sorriso deve essere del tutto adatto non solo alla sua morfologia, ma anche alla sua personalità.

Il risultato di queste tecniche è ben diverso da quello prodotto da dentifrici nella cui formula si trovano agenti smacchianti. Questi, sono in grado di eliminare solo le macchie superficiali dello smalto.

I prodotti utilizzati dai dentisti, invece, a base di periossidi sbiancanti, riescono a penetrare all'interno dello smalto e ad arrivare fino alla dentina, dissolvendo sia i coloranti di origine genetica che quelli ambientali.

Tale azione in profondità, finisce per donare ai denti un bianco straordinario. Lo smalto, privato delle sostanze coloranti che lo rendono opaco, riprende la sua naturale trasparenza, facendo apparire i denti addirittura più brillanti.

Vuoi ricevere informazioni sui nostri servizi di Odontoiatria Estetica?

CONTATTACI

Questo contenuto utilizza cookies.

powered by (ORBITA)